Gio. Nov 9th, 2023

La storia di Furceri Scarpe e Pelletteria, inizia nel 1958 a Palermo, nei pressi di Via Imera detta la piccola Vigevano

furceri






Oggi portiamo avanti la tradizione calzaturiera di famiglia legata al marchio Furceri. Qui abbiamo raccolto i passi più importanti che hanno determinato la nostra storia e che ancora sono presenti nella forma e nell’anima delle calzature che oggi creiamo.

L’inizio della storia ci riporta nel lontano 1958, quando la passione per l’arte della calzatura ha portato Furceri Benedetto Carmelo, chiamato zio Benito ad avviare un piccolo laboratorio artigianale di scarpe da uomo e  donna – che inizialmente era limitato alla produzione di 25 paie al giorno.

Questo piccolo calzaturificio di pochi artigiani – il cui prezioso fare a mano veniva trasmesso da padre in figlio – si è evoluto nel 1999 con una produzione di circa 1000 scarpe al giorno.

Grazie all’impegno di Zio Benito e famiglia, inizia una produzione sempre più consistente di scarpe con il marchio  Calzaturificio Fuceri Benito.

furceri

E con il proseguimento della lavorazione e aumento degli operai segue la creazione di marchi differrenti tra cui:

Mastro Vanni e la linea comada ( per gli amanti di scarpe comode)

Cleo Shoes   (scarpe per giovani)

Punto Shic    (Linea di scarpe eleganti)

Gaetano Furceri  (ultimo Marchio)


Oggi siamo arrivati alla 2° generazione di un gruppo familiare la cui soddisfazione più grande rimane quella di mettere le persone in contatto con il mondo degli artigiani della calzatura, al quale difficilmente avrebbero accesso.


Le scarpine del Sorriso

Da troppi anni, ormai, l’evoluzione cerca sempre di far cambiare le nostre abitudini e costumi inserendo con prepotenza in ognuno di noi materiali ormai lontani da quelli che ci ricordiamo, come i nostri giocattoli in legno vestiti di puro cotone scarpe in vera pelle e cuoio insomma niente a che vedere con quello che i nostri giorni siamo ormai tristemente abituati a indossare e toccare.


E’ fù cosi che Gaetano Furceri scarpe un giorno mentre si trovava a lavoro gli venne in mente di creare delle miniature di sandali e trasformarli in portachiavi o semplicemente ucreare dei sandali con calamita.

Tutto questo perché il profumo che emanano la pelle e cuoio è davvero inimitabile e la gente lo ama perché riesce a trasmettere dentro ognuno di noi una gradevole sensazione di purezza, ciò che oggi manca sui prodotti che spesso compriamo.

Così nascono le “Scarpine del sorriso” by Furceri Gaetano“, si, propio così, perché chi ha il privilegio di averle tra le mani prova una gioia e tanta tenerezza tutto questo regalando un tenero sorriso.










Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *